Informazioni su questo blog

Informazioni su questo blog

Perché scriviamo qui?

All’inizio c’era un semplice ceppo di legno

350 anni fa, la metrologia per le velocità di navigazione era costituita da un semplice ceppo di legno. Conoscete il termine inglese per ceppo di legno? Log. In mare, il log book o giornale di bordo serviva a registrare e archiviare i dati di navigazione. Vi venivano annotati regolarmente tutti gli eventi o le particolarità. Probabilmente ci siete già arrivati. Il moderno “blog” è una combinazione di “internet” e “ceppo di legno”, un web e un log. In breve, un blog.

Tutto cominciò con la corrente

È possibile misurare non solo la velocità ma anche numerose altre grandezze, ad esempio la corrente. Iniziò tutto con un contatore elettrico: a Tokio nel 1915, quando tre uomini iniziarono a sviluppare misuratori elettrici. Tutti e tre bruciavano dalla voglia di sviluppare nuove tecnologie e di metterle in pratica in prodotti. In questo modo il mercato giapponese è stato reso maggiormente indipendente dalle esportazioni. Questo spirito imprenditoriale fornì la spinta necessaria e il viaggio della nave Yokogawa continuò. Presto si raggiunse un punto di orientamento: i primi apparecchi di precisione giapponesi.

Uno, due, tre… cento anni!

Ma si può misurare anche il tempo: abbiamo contato 100 anni! Durante questo lungo percorso abbiamo registrato innumerevoli storie. Ed è proprio per questo che esiste il blog.

Abbiamo da raccontare molte cose emozionanti su Yokogawa, in modo tecnico, informativo e divertente. L’obiettivo del nostro viaggio è la ACHEMA 2015 a giugno. Per il resto del percorso fino a questo obiettivo desideriamo invitarvi ad essere passeggeri sulla nostra nave. Scoprite tutto ciò che c’è da scoprire durante una navigazione: informazioni sull’obiettivo Achema, esperienze maturate durante il secolo trascorso, idee innovative o pianificazione dell’ulteriore rotta.

Desideriamo prendervi a bordo

Con questo blog navigherete negli ambiti tematici più diversi. Vi aiuteremo a mantenere la rotta e a fare comunque la conoscenza con scenari correlati. Il nostro equipaggio vi accompagnerà sulla nave e vi mostrerà tutto ciò che volete sapere.

Non vogliamo notizie nascoste a bordo. Ci auguriamo una comunicazione aperta e interattiva, senza segnali Morse.